promo code

Di atto vengono sospesi tutti i diritti costituzionali, e i manifestanti subiscono ogni genere di torture e cariche.

Di atto vengono sospesi tutti i diritti costituzionali, e i manifestanti subiscono ogni genere di torture e cariche.

Verso largo Alimonda viene abbattuto un giovane Carlo Giuliani ucciso da un colpo di pistola e dall’investimento della camionetta dei carabinieri in quanto passa sul proprio gruppo mentre e a terra.

E’ solitario il premessa di colui affinche succedera la crepuscolo alla educazione DIaz e nelle carceri di Bolzanetto. Tanto da avere luogo confrontato alla “macelleria messicana” verso la maltrattamento fisica e psicologica affinche subiscono i manifestanti e giornalisti.

La dislocazione nel difficile delle scuole Diaz

Il citta di Genova aveva messo verso talento del GSF le due scuole adiacenti di inizio Cesare Battisti: la movimento Diaz-Pascoli evo adibita a gabinetto giornale e uffici provvisori di avvocati, intanto che la educazione Diaz-Pertini ospitava un internet point. Le pessime condizioni climatiche di quei giorni avevano reso inagibili alcune zone di accampamento della metropoli, cosi il citta aveva concesso l’uso della scuola Diaz-Pertini che casa di sala e pernottamento per i manifestanti.

Il 20 e 21 luglio alcuni abitanti del zona segnalarono alle forze dell’ordine perche alcuni giovani vestiti di buio erano entrati nella scuola Diaz-Pertini e avevano preso del documentazione da un cantiere presso. All’inizio della sera del 21 luglio, una delle pattuglie miste transito durante via Cesare Battisti e scateno insulti da brandello di decine di persone nei pressi delle scuole e il getto di una borraccia vuota.

Gli alti funzionari delle forze dell’ordine, dopo una riunione mediante virtu per questi disordini, contattarono il consapevole GSF della Diaz-Pertini e comunicarono la decisione di attuare una investigazione in raccogliere prove e fermare i membri dei black bloc responsabili dei saccheggi dei giorni precedenti.

L’operazione doveva succedere effettuata successivo le seguenti procedura:

Eucaristia per sicurezza dell’edificio da dose del VII Nucleo antisommossa, una separazione specializzata nelle operazioni antisommossa per mezzo di istruzione ad hoc;

Ricerca della scuola da parte di un’altra elemento;

Circondamento dell’edificio a causa di bloccare la perdita di sospettati da ritaglio di una terza unita.

Per fine ricevimento approssimativamente 500 agenti di pubblica sicurezza e carabinieri si diressero verso coraggio Cesare Battisti. La decisione d’appello specifica perche presente elenco non fu per niente confermato.

L’irruzione nelle scuole

Arrivati sopra prossimita delle scuole, gli agenti equipaggiati per mezzo di caschi, scudi e manganelli tonfa avanzarono verso andatura di tragitto, si ammassarono dinnanzi al cancello della movimento Diaz-Pertini cosicche alcuni occupanti avevano riservato e lo sfondarono per mezzo di un metodo blindato. Sfondando e la entrata d’ingresso, fecero blitz nell’edificio.

Qui gli agenti si divisero per mezzo di il viso appoggiato nei vari piani, alcuni dei quali pienamente al buio, e colpirono gli occupanti mediante pugni, calci e manganelli, gridando e minacciandoli. Gli atteggiamenti degli occupanti erano vari: alcuni dormivano, spettacolo la tarda allora, nei propri sacchi a pelo, estranei si erano accorti dell’imminente irruzione e stavano seduti ovverosia allungati durante terra per mezzo di le mani alzate sopra avvertimento di performance o mostrando i propri documenti d’identita, in scansare aggressioni da porzione delle forze dell’ordine. Estranei attualmente tentarono di scappare ovvero si nascosero nei bagni ovverosia nei ripostigli, tuttavia una turno trovati furono colpiti e tirati lontano dai nascondigli a volte pure a causa di i capelli.

Poco appresso, un’unita di agenti fece irruzione ancora nella istruzione Diaz-Pascoli, ove si trovavano le redazioni di radiotrasmissione e giornali giacche avevano documentato il vertice e i fatti avvenuti nella istruzione attiguo. Gli agenti obbligarono i giornalisti per sospendere le loro laboriosita, sequestrarono alcuni supporti perche contenevano riprese dei tre giorni di summit e distrussero i calcolatore elettronico degli avvocati del GSF.

Terminato il pestaggio all’interno della educazione Diaz-Pertini, l’edificio fu perquisito e alcuni oggetti, privo di cosicche ne fossero identificati i proprietari, furono sequestrati. Fu successivamente certificato che le coppia bottiglie molotov presenti fra gli oggetti sequestrati, perche accreditavano la parvenza di black bloc all’interno dell’edificio e affinche fecero assai scandalo nei giorni successivi all’episodio, furono introdotte nella movimento modo parte di una “scellerata azione mistificatoria” dagli agenti stessi, cosicche le avevano recuperate sopra municipio nei giorni precedenti.

L’irruzione nella insegnamento Diaz-Pertini termino con 63 feriti gravi, 3 vittime sopra diagnosi riservata e una caduto mediante coma. Tutti i 93 occupanti furono arrestati e accusati di compagnia per rubare finalizzata al razzia e alla rovina (delitto sottomesso dall’art. 419 c.p. affinche prevede una la carcerazione da 8 a 15 anni e la cui ornamento e sembrata vessatoria nei confronti degli imputati).

La maggior parte degli occupanti fu capacita negli ospedali della citta, intanto che coloro perche non erano in gravi condizioni furono trasferiti alla questura di Bolzaneto, ove subirono trattamenti inumani e degradanti, di cui non si trattera con attuale preparato. A queste vittime, cosicche si sono appellate alla filo Europea dei Diritti dell’Uomo, sono stati ultimamente offerti €45.000 a causa di togliere le accuse nei confronti del di proprieta della gendarmeria . Attraverso tutti gli occupanti le accuse di danno e devastazione terminarono con un’assoluzione.

Falsa accusa facile e aggravata;

Maltrattamento di agenzia: constatato innanzitutto nell’arresto illegittimo e immotivato degli occupanti;

Lesioni personali semplici e aggravate;

Dato illecito di armi da ostilita: in relazione a all’utilizzo dei sopracitati manganelli tonfa.

Nel corso di i processi venne confermato in quanto la “condotta violenta e coordinata”, “non giustificata (…), punitiva, vendicativa e diretta all’umiliazione e alla patimento fisica e mentale delle vittime” non periodo stata giustificata da resistenza nemmeno apparenza di black bloc e che l’irruzione evo un’operazione militarizzata per mezzo di lo intento di eseguire “numerosi arresti, anche mediante mancanza di meta di disposizione giudiziale, con quanto eta vitale sistemare antidoto vicino i mezzi di comunicazione all’immagine di una questura percepita appena impotente” alle spalle i disordini verificatisi intanto che i giorni precedenti a Genova.

I processi si protrassero per lungo; attuale non per inadempienze da dose delle corti, tuttavia verso causa della varieta del casualita e della ingente omerta della Polizia di Stato, giacche non contribui all’identificazione degli agenti coinvolti: erano state, in realta, consegnate fotografie attraverso l’identificazione degli agenti giacche risalivano per alquanto opportunita precedentemente (es. ritratto di cresime oppure matrimoni), per cui risultava intrattabile riconoscerli.

Michelangelo Fournier, l’allora vicequestore corrente alla istruzione posteriormente i fatti, defini l’irruzione appena una “macelleria messicana”.

I processi per i fatti della Diaz arrivarono furbo all’ultimo rango di parere. Al termine del corso penale nessuno fu condannato durante i maltrattamenti perpetrati nella educazione, dato che i delitti di lesioni semplici e aggravate caddero in prescrizione. Le condanne confermate dalla corteggiamento di Cassazione riguardano anziche i tentativi di difesa di questi maltrattamenti e l’assenza di sostegno fattuale e giuridica a causa di l’arresto degli occupanti.

Inoltre, per onesta dell’applicazione della diritto sull’indulto, queste pene furono ridotte furbo verso conseguire una corso compresa tra tre mesi e un classe di segregazione.

Related posts

Leave a Comment